2 Gennaio 2019

Il conto economico del libro


Conto economico del libro, come si calcola?

Quanto costa produrre un libro? Come si fa a rientrare dei costi di produzione e magari guadagnarci anche qualcosa? Esistono formule per calcolare il conto economico del libro? Sono domande che ogni giorno attanagliano i direttori editoriali di case editrici grandi e piccole, ma anche aspiranti scrittori che vogliono cimentarsi con la difficile arte dell’autoproduzione.

Ovviamente non esistono formule magiche per decretare il successo di un libro. Nel calcolare gli elementi del conto economico del libro di solito ci si affida all’esperienza, che poi vuol dire far tesoro degli errori commessi in passato, ma a parte l’intuito ci sono precise formule matematiche per stabilire i costi del prodotto-libro e gli eventuali margini di ricavi e guadagni.

In coda a questo testo troverete un foglio elettronico da me elaborato sulla base di alcuni testi che ho consultato in materia. In particolare suggerisco Come si fa l’editore di Marco Fioretti, edito da Editrice Bibliografica nel 2014 ma che vanta diverse precedenti edizioni, segno che l’argomento ha bisogno di essere periodicamente aggiornato.

Il foglio elettronico da me elaborato è diviso in più sezioni. Nella prima lavoriamo sulle percentuali.

 

I costi variabili

Conto economico del libro - Preventivo in percentuale
Primo blocco: definiamo le percentuali sui costi

Le celle su cui andremo a operare sono quelle in giallo con i numeri rossi. Tutte le altre verranno calcolate automaticamente. Nel blocco percentuali andiamo a definire gli sconti da applicare al distributore e alle librerie (qui indicati al 25% in entrambi i casi), la percentuale di diritti da riconoscere all’autore sul prezzo di copertina (l’8% qui inserito non vi sembri poco, dato che l’autore ha un guadagno su ogni copia venduta, mentre l’editore non guadagna nulla fino a che non ha raggiunto il fatidico punto di pareggio, come vedremo più sotto). Troviamo poi l’aliquota Iva, normalmente al 4% sul prezzo di copertina per i prodotti editoriali e infine ci siamo tenuti un 2% di costi vari (possiamo anche lasciarlo a zero se questi non sono previsiti). Tutte le altre percentuali che contribuiscono al conto economico del libro vengono calcolate automaticamente grazie ai valori che andremo a inserire nella scheda successiva, quella dei valori in euro (o nella valuta che preferite).

 

I costi fissi

Conto economico del libro - i costi reali
Secondo blocco: inseriamo i costi reali del libro

Anche qui le caselle da compilare sono quelle in giallo e rappresentano i costi fissi del prodotto, ovvero le spese che l’editore dovrà sostenere per produrre il libro, comunque vadano le vendite. È uno degli aspetti più delicati del conto economico del libro perché la tentazione di aggiustare le cifre per farle quadrare a tutti i costi è grande e invece bisogna essere onesti e leali con sé stessi e con il proprio lavoro. Anche con zero copie vendute i costi fissi rappresentano l’investimento necessario per realizzare il volume. La parte dei costi variabili, calcolata in percentuale, l’abbiamo già vista nel precedente blocco e varia in percentuale alle copie effettivamente vendute.

Nel caso specifico abbiamo ipotizzato una tiratura di mille copie e abbiamo stabilito un prezzo di copertina di 18 euro. La stampa ci costerà mille euro, verseremo all’autore un anticipo di cinquecento euro e così via, fino a completare le voci che riterremo più opportune (se non necessarie) alla produzione del nostro volume. Di fianco ai valori di spesa sul totale della tiratura troviamo il costo per singola copia. Fin qui sembra tutto bello. Se riusciremo a vendere tutte le copie del nostro libro avremo un guadagno di ben 3357,69 euro, quasi il doppio di quanto spetta all’autore! Ma le cose, come vedremo, non vanno esattamente così.

 

Il punto di pareggio

Conto economico del libro - Il punto di pareggio
Calcolo del punto di pareggio e percentuale di venduto sulla tiratura

Dopo aver inserito i valori dei costi fissi (in euro) e dei costi variabili (in percentuale), nelle celle successive troviamo il punto di pareggio. Questo valore si raggiunge quando i ricavi vanno a coprire i costi sostenuti per la produzione del libro (R=C).

R (i ricavi) è dato da p x q, ovvero il prezzo della singola copia moltiplicato per la quantità di copie vendute.

C (i costi) è dato da cf + cv x q, ovvero i costi fissi sommati ai costi variabili moltiplicati per il numero di copie vendute.

La quantità necessaria a raggiungere il punto di pareggio (q) è data da cf / (p – cv), ovvero costi fisso diviso il prezzo meno i costi variabili.

Tutto il calcolo esposto qui sopra per ottenere il conto economico del libro viene eseguito automaticamente dal foglio elettronico allegato in coda a questo articolo, per cui non dovrete eseguirlo manualmente. Nell’immagine sopra, in base ai valori inseriti nelle prime due tabelle, il punto di pareggio lo si raggiunge con il 48,40% della tiratura. Raggiunta quella cifra l’editore avrà recuperato i soldi spesi e finalmente inizierà a guadagnare.

Lo stesso calcolo viene esposto in valore assoluto nella tabella qui sotto.

Conto economico del libro - numero di copie per il pareggio
Punto di pareggio in valore assoluto su una tiratura di mille copie.

Ipotizzando una tiratura di mille copie, con i valori impostati all’inizio, l’editore andrà in pareggio vendendo 484,04 copie (evidentemente arrotondabili a 485).

 

Iva

Conto economico del libro - Calcolo dell'Iva
Scorporo dell’Iva e calcolo dell’imposta dovuta

Inserendo il valore dell’Iva al 4% nella prima tabella, come avviene normalmente per i prodotti editoriali, il foglio calcola automaticamente anche l’imposta dovuta. In questo caso abbiamo il valore dell’Iva sull’intera tiratura ma la reale imposta dovuta va pagata solo sulle copie effettivamente vendute o, più abitualmente, in maniera forfettaria sul 50% della tiratura.

 

Spese di comunicazione

Conto economico del libro - Spese di comunicazione
Spese di comunicazione, un suggerimento più che un calcolo esatto

Considerato che un libro difficilmente si venderà da solo, si dovrà prevedere una spesa per la comunicazione. In questa tabella di esempio ho calcolato un rapporto di 1/20 rispetto al risultato che si vuol raggiungere. Ovvero, se si vogliono vendere mille copie di un libro bisognerà far sì che almeno ventimila persone vengano a conoscenza dell’esistenza dello stesso. Dal momento che abbiamo stanziato mille euro per le spese di comunicazione, queste equivalgono a cinque centesimi per ogni contatto raggiunto. questo ci darà anche un minimo orientamento su dove dirigere i nostri sforzi, se prediligere giornali e siti internet oppure piccole e medie fiere di settore (o magari una combinazione di entrambi i canali, in parti uguali o prediligendo uno dei due, ad esempio).

 

Tiriamo le somme

Conto economico del libro - consuntivo
Il bilancio consuntivo

Quando torneranno indietro le copie invendute (che resteranno in magazzino per un tempo ragionevole, prima di finire al macero) potremo compilare l’ultimo blocco, quello del consuntivo.

In questa tabella troviamo una sola casella da compilare, quella del numero di copie vendute. Nell’esempio qui sopra ipotizziamo di aver venduto metà delle copie stampate. Come vedete l’autore avrà intascato 720 euro, che vanno ad aggiungersi ai 500 di anticipo, per un totale di 1220 euro, mentre l’editore avrà guadagnato ben centotré euro e ottantacinque centesimi. Su cui dovrà anche pagare le tasse, ovviamente.

 

Un mestiere da pazzi

Da questa piccola analisi avrete sicuramente capito che fare l’editore è veramente un mestiere da pazzi e che le soddisfazioni difficilmente arriveranno sul versante economico. Per lo meno se la vostra ambizione è quella di restare nel campo della piccola editoria. Se invece pensate in grande e volete fare veramente di questo lavoro la vostra vita, l’impegno (anche economico) sarà molto più pesante e dovrete valutare attentamente fino a che punto volete rischiare. Partire da un conto economico del libro fatto con criterio è già una buona base e quello che vi offro è un piccolo strumento per elaborarlo. Fatemi sapere se vi è stato utile e dove è possibile migliorarlo.

Conto economico del libro
Scarica il foglio di calcolo



Categoria diario | Argomenti: , , ,




Clicca sulla cartella
per vedere il mio portfolio
e naviga tra i miei lavori
usando le frecce

< | >

in alto a destra